STEFAN MARKOVIC

Stefan Markovic con Ronci il giorno della presentazione (foto tratta da www.virtus.it)

nato a: Belgrado (Serbia)

il: 25/04/1988

altezza: 199

ruolo: playmaker

numero di maglia: 9

Stagioni alla Virtus: 2019/20

statistiche individuali del sito di Legabasket

biografia su wikipedia

PRESENTAZIONE DI STEFAN MARKOVIC

tratto da www.virtus.it - 28/08/2019

 

Bologna, 28 agosto – Leader. Stefan Markovic si è presentato così nel corso della Conferenza Stampa in Casa Virtus Alfasigma.

Accompagnato da Paolo Ronci, direttore generale delle Vu Nere, Stefan si è presentato ufficialmente alla stampa e al popolo bianco nero.

Stefan Markovic: Ormai sono tra i professionisti da 15 anni, so cosa vuol dire giocare ad alti livelli: la pressione dei tifosi, l’attesa della partita, sono pronto. Conosco il club e il ruolo che la Pallacanestro ha in questa città, questa è Basket City. La dirigenza è esigente e non possiamo permetterci di sbagliare. Sono cresciuto con la cultura del lavoro. Solo attraverso il lavoro, l’umiltà e la voglia di ottenere i risultati, potremo vincere e raggiungere traguardi importanti.

Paolo Ronci ricorda il palmares del nuovo acquisto Virtussino e il fatto che sia stato determinante in ogni Rosters in cui abbia giocato: “Stefan è un leader  che parla poco di sè, anche se avrebbe argomenti per farlo. E’ importante notare che in ogni squadra in cui ha giocato, ha ottenuto vittorie e medaglie. E’ pronto a mettere a disposizione la sua esperienza verso i compagni più giovani”.

Gli chiedono del Rosters e del suo rapporto con i compagni più giovani, specialmente con Alessandro Pajola: “Prima di venire qui, ho parlato con Coach Djordjevic sul Rosters e sulla squadra in generale. Nell’amichevole contro Cantù gli ho dato molte indicazioni perché ritengo che Pajo (ndr, Alessandro Pajola) sia un giocatore con ottime qualità, e quest’anno avrà la fortuna di avere accanto giocatori che hanno vinto e che possono insegnargli tanto”. 

Sul rapporto con Teodosic: “Abbiamo iniziato a giocare insieme da bambini e sempre insieme abbiamo fatto tutta tra la trafila delle nazionali giovanili. Giocare con lui, affrontarlo e difendere su di lui mi ha fatto crescere tantissimo. Lo dico sempre ai ragazzi più giovani che ascoltare e osservare è fondamentale per la crescita professionale e sportiva di ogni persona”.

Stefan Markovic al di fuori del campo da gioco:”Sono un padre di famiglia, amo trascorrere i momenti di riposo con i miei figli e con i miei amici. Famiglia e amici, questo è Stefan Markovic.”

Ovviamente non poteva mancare la domanda relativa al Derby, alla quale Stefan risponde subito presente: “Da bambino vedevo queste gare leggendarie tra le due squadre, è qualcosa di buono per il basket e sarà bello giocare davanti a tanta gente. Una grande atmosfera, dove tutti vogliono dare il massimo e sentire la voce dei tifosi presenti sugli spalti, sia a favore che contro. Giocare in un palazzo pieno è divertente, i palasport vuoti non piacciono a nessuno, ed è uno dei motivi del mio arrivo in Virtus Segafredo, l’affetto e il calore dei tifosi”.

 

 

Stefan Markovic al tiro contro Trento nella finale del torneo di Jesolo (foto tratta da www.virtus.it)

Stefan Markovic premiato come MVP al torneo di Jesolo (foto tratta da www.virtus.it)