GIAMPAOLO RICCI

Giampaolo Ricci con il dottor Nanni all'Isokinetic per le visite mediche

nato a: Roma

il: 27/09/1991

altezza: 201

ruolo: ala

numero di maglia: 11

Stagioni alla Virtus: 2019/20

statistiche individuali del sito di Legabasket

biografia su wikipedia

 

 

GIAMPAOLO RICCI È BIANCONERO

tratto da www.virtus.it - 13/06/2019

 

Un nuovo arrivo in casa Virtus Segafredo. La società ha trovato l’accordo con Giampaolo Ricci, classe 1991, ala di 201 centimetri che nelle ultime due stagioni ha indossato i colori della Vanoli Cremona. Il giocatore romano ha firmato un contratto biennale.

“Sono orgogliosissimo di essere stato scelto per un progetto così importante”, commenta il giocatore, “onorato di essere stato contattato direttamente da coach Djordjevic, che mi ha trasmesso la volontà di costruire una squadra fatta di persone prima ancora che di giocatori. Alla fine la differenza l’hanno fatta la pancia e il cuore, non potevo dire di no a un treno come quello della Virtus. E’ una scelta tosta, so quello che mi attende diventando un uomo della V nera, soprattutto nel bene. Sono un giocatore emotivo e spero di trasmettere tanto ai tifosi bianconeri. Entro in punta di piedi in un mondo nuovo, sono a disposizione del coach, dello staff, dei compagni e dei tifosi per raggiungere insieme obiettivi importanti”.

Giampaolo Ricci è nato a Roma il 27 settembre 1991. Ala di 201 centimetri, figlio d’arte (il padre Francesco, ex sindaco di Chieti, ha giocato in Serie C, la mamma Marisa in Serie A), si è avvicinato alla pallacanestro nell’Audax Basket Chieti, passando successivamente alla Pallacanestro Chieti, e nel 2008 alla Stella Azzurra Roma dove ha completato il percorso del settore giovanile e partecipato al suo primo campionato tra i “grandi”, in Serie C Regionale, nella stagione 2009-2010. Dal 2011 ha giocato a Casalpusterlengo, due stagioni in Divisione Nazionale A e nel 2013-2014 in A Silver, concludendo con medie di 10.7 punti e 6 rimbalzi a gara, e vincendo l’Oscar Giba come giocatore maggiormente migliorato della categoria.  Con Casalpusterlengo ha debuttato in Serie A2 Gold nel 2014/2015 (11.2 punti e 5,5 rimbalzi a gara), partecipando all’All Star Game LNP. Nella stagione successiva è passato alla Scaligera Basket, quindi nel 2016-2017 si è trasferito al Derthona Basket, giocando un campionato da 10.4 punti e 6.1 rimbalzi a partita.

Da luglio 2017 è passato alla Vanoli Cremona, dove ha giocato due stagioni in Serie A sotto la guida di Romeo Sacchetti, che nel 2017 lo ha anche inserito tra i 24 giocatori della lista FIBA per le Qualificazioni a FIBA World CUP 2019. Nell’estate 2018 ha disputato le qualificazioni FIBA Europe Cup con la Nazionale 3X3 e ha fatto parte, come capitano, della Nazionale Sperimentale.. In azzurro aveva già collezionato presenze nel 2011 con la Nazionale Under 20 di coach Sacripanti.

Con la Vanoli ha vinto la Coppa Italia 2019. In campionato, quest’anno ha viaggiato in regular season alla media di 10 punti e 4.6 rimbalzi per gara, nei playoff a 7.2 punti e 3.6 rimbalzi. Complessivamente, in 38 partite, 9.4 punti e 4.3 rimbalzi in 17.7 minuti passati in campo.

Laureando in Matematica proprio all’Università di Bologna, nell’estate del 2017 ha vinto con i colori del Cus Bologna il titolo europeo universitario, primo successo continentale di una formazione italiana.

 

Giampaolo Ricci sotto i tabelloni al torneo di Jesolo (foto tratta da www.virtus.it)

PRESENTAZIONE JULIAN GAMBLE E GIAMPAOLO RICCI

tratto da www.virtus.it - 04/09/2019

 

Bologna, 4 settembre – Alle ore 12, presso Casa Virtus Alfasigma, sono stati presentati ufficialmente alla stampa e ai tifosi Julian Gamble e Giampaolo Ricci.

I due neo acquisti delle Vu Nere hanno risposto alle domande dei giornalisti e alle curiosità dei tifosi.

Il primo ad essere chiamato in causa è stato Julian Gamble, ex di Nanterre 92, avversario affrontato in Champions League lo scorso anno durante i quarti di finale della competizione:”Giocare contro la Virtus è stato molto difficile, una squadra ben organizzata con un pubblico eccezionale ed una atmosfera fantastica. Adesso sono qui, e voglio giocare in questa atmosfera fantastica che ho trovato l’anno scorso.
Non mi interessa il ruolo – prosegue il centro americano – gioco e mi metto a disposizione della squadra e del Coach. E’ importante che tutti si mettano a disposizione degli altri, e che tutti capiscano che cosa serve per vincere la partita. Fisicamente sto bene, sono nel pieno della mia carriera, voglio essere un leader per i più giovani”.

Una domanda sul mondiale e sulla recente vittoria degli USA con la Turchia  dopo un over-time: “Ovviamente sto guardando i Mondiali e ieri ho visto la partita degli USA;la Serbia e l’America sono le grandi favorite, ma penso che ci siano anche altre squadre in lotta per un posto in finale, il livello è molto alto.

Gli chiedono a quale giocatore si ispiri, o chi segua come punto di riferimento: Kobe Bryant, non solo per quello che ha fatto in carriera, ma per la mentalità vincente; l’approccio mentale prima di  affrontare ogni tipo di gara, la voglia di vincere e la capacità di cambiare ogni volta il corso di una partita.

Sul Derby : Derby’s back! i tifosi mi hanno ricordato subito che il derby è tornato. Sarà un’atmosfera fantastica e avremo migliaia di persone che guarderanno questa partita. Una partita che rappresenta tanto per la Città di Bologna, per i tifosi e per la storia della nostra stagione. Non vedo l’ora di giocare!

Giampaolo Ricci è l’altro protagonista di giornata; divide il tavolo con Julian, ed ascolta attento le parole del suo compagno di squadra.

“Ieri ho sostenuto il primo allenamento nella Palestra Porelli e ho ricevuto il benvenuto in casa Virtus; prima da bambino e poi da avversario ho sempre pensato che la Virtus fosse il Top ed ora ci sono, sono qui e voglio sfruttare al massimo questa opportunità.
Dopo anni di sacrifici, sudore e tanti allenamenti, capisco che tutti i miei sforzi non sono stati vani, ma il difficile viene adesso. Sarà un annata sportiva impegnativa, dovremo giocare tante partite, abbiamo un calendario fitto di impegni e giocheremo ogni 3 giorni. Ma è normale, quando giochi in una grande squadra devi farti trovare pronto in ogni momento.

Su Coach Djordjevic: Ho parlato con  il Coach e mi ha trasmesso subito questo messaggio: il gruppo prima di tutto, dobbiamo sacrificare un po’ di noi stessi per la squadra. Sono un giocatore che sa adattarsi ad ogni tipo di situazione. Se tutti dimostreremo questo tipo di disponibilità, sarà più facile raggiungere i nostri obiettivi.

Immancabile anche per Giampaolo la domanda sul  derby: Il derby è una partita a sé, una specie di campionato nel campionato. I tifosi mi hanno già fatto capire l’importanza del Derby; quest’anno sarà a Natale, sarà un evento per tutti, tantissime persone vedranno quella partita. Speriamo di regalare ai tifosi una bella gara, e …non diciamo altro”.

Una curiosità, a quali giocatori si ispira Ricci?: “Ho sempre guardato Nowitzki e Garnett, giocatori che anche per il ruolo mi hanno sempre ispirato. Se però scendiamo nel concreto, considero Melli come il giocatore in Italia più pronto, l’ho seguito e l’ho preso come modello, anche perché siamo coetanei.
Aggiungo anche Gallinari; posso dire che sia il giocatore più forte con cui io abbia mai giocato. E’ stato bello allenarsi con lui e rubargli qualcosa ogni giorno, sia in allenamento che in partita”.